Onde convogliate

L’onda convogliata è una tecnologia per la trasmissione di voce o dati utilizzando la rete di alimentazione elettrica.
Poiché la rete elettrica è più capillare della normale rete lan e poiché i computer, per poter funzionare, hanno bisogno della rete elettrica, SuperVoice sfrutta la rete elettrica come mezzo trasmissivo, evitando di cablare lunghissimi cavi di rete.
Si realizza sovrapponendo al trasporto di corrente elettrica, continua o alternata a bassa frequenza, un segnale a frequenza più elevata che è modulato dall’informazione da trasmettere.
La separazione dei due tipi di correnti si effettua grazie al filtraggio e separazione degli intervalli di frequenze utilizzate.
Dal 1996 SuperVoice utilizza questa tecnica per realizzare immediatamente l’infrastruttura dati e rendere operativa la rete del cliente.
L’onda convogliata viene utilizzata, in produzione, in tutti quei posti in cui non è possibile realizzare infrastruttura di rete ne su cavo dati ne wireless.
Nelle chiese, nei musei, nelle costruzioni antiche, i muri sono molto spessi e non permettono l’utilizzo della tecnologia wireless.
Trattandosi, nella maggior parte dei casi, di beni culturali, non è possibile neppure realizzare un’infrastruttura di rete, pertanto la soluzione ad onda convogliata risulta essere una scelta vincente.
Dato l’assorbimento di corrente davvero irrisorio, è possibile utilizzare cavi elettrici sottilissimi, quasi invisibili, è sufficiente un cavo bipolare dello spessore di sei decimi di millimetro per collegare in rete quattro telefoni e quattro computer.